Fiocchetto Lilla

coverSe passate all’Informagiovani, così come in tanti negozi del centro, troverete da qualche parte appeso un fiocchetto lilla: è il simbolo di una iniziativa alla quale abbiamo accettato volentieri di partecipare. E qui di seguito vi spieghiamo la storia ed il perché di questo fiocchetto.

Alcuni anni fa i genitori di Giulia hanno creato l’associazione “Mi Nutro di Vita” per ricordarla e per sostenere tutte le persone che soffrono di disturbi alimentari e le loro famiglie ed hanno voluto che il 15 marzo, la giornata del FIOCCHETTO LILLA, diventasse un appuntamento nelle agende di tutti gli italiani, un modo per accendere i riflettori su una malattia di cui si parla poco perché fa un po’ paura.

È importante sensibilizzare le persone sul tema del disturbo alimentare, perché questa malattia si sta allargando a macchia d’olio e l’età di chi ne soffre si sta abbassando in modo preoccupante.
La prevenzione e l’informazione sono le uniche armi che abbiamo per combatterla. Ma non basta l’impegno delle Associazioni dei genitori oppure il lavoro di strutture come l’Ospedale SALESI o di Associazioni come il Centro HETA e la FANPIA di Ancona che offrono un importante sostegno (psicologico e nutrizionale) e strutturano progetti di intervento specifici per le diverse tipologie di problema.

È fondamentale il coinvolgimento di tutti a sostegno dei genitori dei ragazzi e delle ragazze che soffrono di questi disturbi. Questi genitori hanno potuto illustrare le loro difficoltà nell’affrontare questa malattia, difficoltà economiche perché bisogna andare in altre regioni per trovare dei centri altamente specializzati, difficoltà strutturali perché non esiste una rete di operatori che lavorano in sinergia, ma solo tanta volontà associativa. La giornata nazionale del FIOCCHETTO LILLA sarà caratterizzata da tanti eventi organizzati in tutta Italia per condividere questo problema, per dire che si può vincere contro questa malattia, che conoscere il disturbo alimentare vuol dire riconoscerne i sintomi ed essere quindi in grado di combattere e sconfiggere quella che alcuni malati definiscono “la bestia”.

Ecco perché anche Ancona si tingerà di Lilla il 13, il 14 ed il 15 marzo con delle iniziative promosse dal Centro HETA e dall’Associazione FANPIA in collaborazione con la Fondazione SALESI e Fondazione OSPEDALI RIUNITI che coinvolgeranno le vie ed i negozi del centro e di Viale della Vittoria. La giornata è patrocinata dal Comune di Ancona ed è realizzata con la collaborazione fattiva di molte associazioni, imprese, negozi, istituzioni e del nostro Informagiovani. In particolare verrà realizzata la campagna di sensibilizzazione “IO SONO GIULIA”, per dire NO ai disturbi alimentari, una cena solidale all’Osteria della Piazza in collaborazione con il Rotary Club Ancona 25-35. Noi vi aspettiamo per l’incontro dibattito sul tema dei disturbi del comportamento alimentare che ci sarà domani pomeriggio, sabato 14, a partire dalle 17. Ma alle 16 ci troviamo tutti in piazza Roma, sopra le nostre teste, per far vedere che ci siamo con un flash mob organizzato dalle associazioni promotrici.

Il 13, 14 e 15 marzo essere tutti uniti nel dire NO ai Disturbi Alimentari significa partecipare alla Giornata del Fiocchetto Lilla e scendere in piazza per condividere e per lottare insieme.

Francesco Vernelli

Consulente per la comunicazione on line.

francescov has 81 posts and counting.See all posts by francescov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *