Ritornare in campagna: il nuovo sbocco lavorativo

In un mondo dominato dalla tecnologia, dove tutto avanza più rapidamente e dove lo stress dovuto al nostro lavoro ci invade giorno dopo giorno, ogni volta sono sempre di più le persone che decidono di stravolgere la propria vita e trasferirsi in campagna dalla città.

Contrariamente a quello che potremmo pensare, come si è potuto constatare negli ultimi anni, molte di queste persone che decidono di compiere questo grande passo sono persone che godono di un buon salario e di un lavoro stabile. D’altra parte, è presente anche una gran numero di giovani molto preparati a livello professionale che, disillusi dalla crisi economica e i conseguenti lavori precari, si cimentano in questa vita alternativa.

Le ragioni che li portano a cambiare la loro routine sono sempre più o meno le stesse: un’infelicità cronica causata dalla mancanza di tempo con la propria famiglia, il proprio compagno, gli amici e anche con se stessi. Queste persone, stanche di lavorare per gli altri e di sentirsi frustrate professionalmente, decidono di prendere le redini della propria vita e rischiare per intraprendere nuovi progetti propri molto più soddisfacenti. Alcuni di loro semplicemente propongono facili idee di auto sostentamento per la propria famiglia come un orto e degli animali. Altri, chiamati imprenditori agricoli, pensano in grande e decidono di creare un proprio commercio di prodotti naturali.

Senza dubbio, l’agricoltura ecologica è una delle più grandi tendenze attuali della nostra società perché recentemente sta aumentando sempre di più l’interesse per la nutrizione, una vita salutare e il consumo di prodotti di qualità. Anche se la vita in campagna non è così bucolica come sembra, perché per avere successo come imprenditore agricolo non basta la buona volontà, è vero che oggi è una professione fruttuosa. C’è sempre più supporto a questi giovani imprenditori che vogliono investire il proprio futuro nell’agricoltura e ci sono piattaforme come ColDiretti Giovani Impresa che aiutano a trovare modi di finanziamento. Inoltre, ci sono anche tante iniziative, fiere e festival, sia a livello locale che internazionale, che contribuiscono a promuovere questi prodotti di qualità e farli conoscere al grande pubblico.

Certamente, viviamo in un mondo tecnologico e per avere successo è necessario combinare le attività agricole con l’informatica. Internet svolge un ruolo importante perché con l’e-commerce la vetrina è mondiale. Sono sempre più piattaforme online che combinano queste due aree, come ad esempio Artimondo: secondo loro questo mix rappresenta un nuovo modo di lavorare e di creare ricchezza; in altre parole, il futuro. Che ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *