Roam like at Home!

Se state progettando un viaggio estivo o un periodo di volontariato o tirocinio all’estero, c’è una buona notizia che riguarda i costi legati a chiamate, messaggi e dati del vostro cellulare!
Grazie alla proposta “Roam like at Home” presentata dalla Commissione Europea e approvata dal Parlamento lo scorso dicembre, molto presto non avremo costi aggiuntivi quando viaggiamo per brevi periodi in un altro paese europeo. Questo significa che potremo usare il piano tariffario attivato sulla nostra SIM (sia che utilizziamo una ricaricabile che un abbonamento).
Dal 15 giugno prossimo infatti entrerà in vigore l’Eurotariffa: i gestori telefonici europei dovranno applicare per il roaming nei paesi europei diversi da quello di residenza abituale lo stesso piano tariffario.

Ricordate che al momento il nostro operatore di telefonia mobile è obbligato, quando entriamo in un altro paese dell’UE, a inviare un SMS con l’indicazione delle tariffe per le chiamate in entrata e in uscita, gli SMS e il traffico dati in quel paese.
Roam like at Home riguarderà chi si reca in un altro paese in via temporanea, per una vacanza o un breve soggiorno. Nel caso in cui in un arco di tempo di 4 mesi il nostro gestore rileva che abbiamo trascorso più tempo all’estero che in Italia, e il roaming supera l’uso nazionale, l’operatore può contattarci e chiederci di chiarire la nostra situazione.

Qui trovi tutte le risposte (in italiano) alle domande più frequenti sul funzionamento di questo sistema, entrato in vigore per tutti lo scorso 15 giugno.

Questa iniziativa fa parte di una strategia UE più ampia che mira al mercato digitale unico, libero e sicuro, per offrire ai consumatori servizi migliori a prezzi migliori e contribuire alla crescita delle imprese europee.

Presto potremo andare lontano e chiamare ogni volta che lo vorremo, anche solo per un saluto !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *