“Appennino” ad Ancona, sabato 6 ottobre

film Appennino proiezione Ancona Informagiovani

Emiliano Dante comincia a girare questo film a L’Aquila, dove sono passati sette anni dal terremoto, ma finisce per spostarsi dove il terremoto torna a stravolgere le vite delle persone e a cambiare paesaggi, spezzare legami e abitudini, per ricrearne di nuovi. Forse questo è l’unico elemento definitivo, in un documentario che si occupa molto della precarietà, della mutevolezza, dell’assenza di appigli spazio temporali.

Appennino inizia come il racconto di qualcosa che è accaduto nel passato e diventa una sorta di cronaca di quello che sta accadendo, ancora, di nuovo, altrove. Da L’Aquila si va ad Amatrice, Norcia, ad Arquata del Tronto. Il tempo nel documentario sembra ciclico, mentre va all’indietro nella numerazione dei fotogrammi che si susseguono, per arrivare ad uno zero che, forse, è un nuovo inizio.

Il documentario racconta, o meglio fa raccontare, le storie di alcune persone che in modi diversi sono state toccate dagli eventi sismici del 2016 e 2017. Emiliano è regista, ma anche produttore, interprete, fotografo, disegnatore, e si occupa del montaggio e della musica.

Presentato al Torino Film Festival dell’anno scorso, all’Alessandria Film Festival, al Tétouan Festival Du Cinéma Méditerranéen e a molti altri, “Appennino” verrà proiettato per la prima volta ad Ancona il prossimo sabato 6 ottobre, con la partecipazione del regista e di Elena Pascolini, una dei protagonisti.

Vi aspettiamo!