Al via le selezioni per diventare navigator!

Dalle ore 10 del 18 aprile è possibile presentare domanda per partecipare alla selezione pubblica per diventare uno dei 3.000 navigator che aiuteranno i beneficiari del Reddito di Cittadinanza a orientarsi nel mercato del lavoro.

Il navigator è una nuova figura professionale introdotta con il Reddito di cittadinanza (RdC) (di cui abbiamo parlato in un precedente articolo) e che diventa la figura centrale di questo sistema fornendo assistenza tecnica ai Centri per l’Impiego (CPI) per conto dell’Anpal Servizi, società dell’Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro che si occupa di promuovere e sviluppare l’occupazione sul territorio nazionale. I navigator aiuteranno, quindi, il personale dei CPI nella ricerca di lavoro per i beneficiari del RdC.

3000 sono le posizioni aperte sul territorio nazionale, distribuite secondo la ripartizione territoriale indicata nel bando; per le Marche le posizioni aperte sono 55, suddivise poi su base provinciale (17 quelle per Ancona).

A questo link è possibile prendere visione dell’avviso contenente i criteri di selezione, che cercheremo qui di sintetizzare.

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE

Possono partecipare alla selezione solo i candidati laureati (laurea magistrale/specialistica o del vecchio ordinamento) in una delle discipline previste da bando: settori economico, sociale, psicologico, giuridico, ecc. Sono ammesse ovviamente anche le lauree equipollenti.

Saranno ammessi al massimo 20 candidati per ogni posto ricercato; l’ordine sarà stabilito in base al miglior voto di laurea e in caso di parità verrà preferito il candidato più giovane di età.

PROVE D’ESAME

La prova d’esame consiste in un test a risposta multipla, da svolgersi in 100 minuti, composto da 100 domande su varie tematiche: cultura generale, psicoattitudinali, logica, informatica, politica del lavoro, RdC, contrattualistica, economia aziendale, sistema di istruzione e formazione e regolamentazione del mercato del lavoro.

Il punteggio minimo per superare la prova è di 60/100. La graduatoria viene stilata su base provinciale.

I candidati idonei ma non vincitori potranno essere chiamati, sempre in ordine di graduatoria, a soddisfare eventuali fabbisogni anche per la copertura di posizioni non coperte all’interno di province limitrofe a quella per la quale hanno presentato la candidatura.

DURATA DELL’INCARICO E COMPENSO

L’incarico di collaborazione durerà fino al 30 aprile 2021 e avrà un compenso lordo annuo di olre 27mila euro più un rimborso forfettario di 300 euro lordi mensili per le spese di viaggio, vitto e alloggio.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Le candidature possono essere inviate esclusivamente on line sul sito https://selezionenavigator.anpalservizi.it/ entro e non oltre le ore 12.00 dell’8 maggio 2019.

Per accedere è necessario essere in possesso di un PIN INPS, o delle credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) oppure CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

Vi consigliamo di consultare con frequenza il sito dell’Anpal per tenervi aggiornati sugli sviluppi del concorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × cinque =