La scuola ai nastri di partenza

Ebbene sì: la scuola è ai nastri di partenza; infatti a parte gli studenti della provincia di Bolzano che, ahimé, hanno già iniziato il nuovo anno scolastico il 5 settembre, in tutte le altre regioni la prima campanella suonerà tra questa e la prossima settimana.

Gli studenti marchigiani torneranno a scuola lunedì 17 settembre, come da calendario scolastico regionale.

Il calendario scolastico infatti viene deciso dalle singole regioni che dal 2000 hanno una propria autonomia amministrativa, didattica e organizzativa.

Come sempre le giornate che precedono l’inizio della scuola sono dense di emozioni contrastanti sia nei più piccoli che per la prima volta varcheranno la soglia di una scuola sia per i più grandi.

Si passa dall’entusiasmo di conoscere i nuovi compagni di scuola o ritrovare quelli “vecchi, conoscere i nuovi insegnanti o rivedere quelli dello scorso anno, all’ansia di doversi rimettere in gioco per affrontare al meglio il nuovo anno scolastico.

Tornare sui banchi di scuola o affacciarvisi per la prima volta vuol dire dover cercare di riorganizzare le proprie giornate secondo ritmi più intensi dimenticati durante la pausa estiva.

Infatti, in genere, in concomitanza con la ripresa della scuola riprendono anche le attività extrascolastiche che impegnano i pomeriggi della stragrande maggioranza di bambini e ragazzi.

Anche questo aspetto è motivo di ansia perché si dovrà imparare a gestire al meglio il proprio tempo a disposizione dividendosi tra attività scolastiche ed extra.

Pensate, però, ragazzi che anche i vostri insegnanti provano le stesse emozioni, per alcuni perché si tratta magari della prima esperienza, per gli altri perché comunque con i vecchi alunni sarà la ripresa di un dialogo interrotto a giugno, con i nuovi alunni sarà l’inizio di un cammino.

Generalmente, comunque, l’inizio è piuttosto soft: si fa conoscenza con i nuovi compagni o si riabbracciano gli amici che non si sono frequentati durante l’estate, i professori spiegano i programmi e gli obiettivi da raggiungere.

I primi giorni serviranno per imparare a conoscervi reciprocamente ma niente paura avrete un intero anno scolastico per farvi apprezzare come studenti e come persone.

Pronti per la partenza? Vi auguriamo di affrontare con la giusta serenità il nuovo anno scolastico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici − otto =