Animatore turistico: professionista delle vacanze

Cosa vi viene in mente quando sentite la parola animatore turistico? Trascorrere l’estate sulle più belle spiagge del mondo, spesati di tutto, guadagnando anche qualcosa?

Ebbene sì, questi sono i “vantaggi” di fare l’animatore turistico!

Ma chi è e cosa fa questa figura professionale?

L’animatore turistico è colui che per professione organizza il tempo libero di gruppi di turisti con attività ricreative, sportive e culturali presso villaggi turistici, grandi alberghi-vacanze, camping, residence, navi da crociera e grandi stabilimenti balneari.

In genere i luoghi di vacanza dove l’animatore turistico opera sono situati in località balneari o lacuali, ma non mancano le destinazioni montane.

Chi fa animazione turistica non ha quasi mai alle spalle una preparazione specifica, ma possiede, in genere, un bagaglio personale di esperienze sportive, culturali o di spettacolo alle quali si rifà nello svolgere le mansioni di animazione.

L’animatore turistico dovrà possedere buone capacità di adattamento, spirito di collaborazione e resistenza alle tensioni e allo stress, autocontrollo, nonché capacità organizzative.

Sono, inoltre, richieste una buona capacità comunicativa e una sensibilità che gli consenta di entrare in sintonia con le più diverse tipologie di turisti.

Completano il profilo un temperamento allegro, entusiasmo, spontaneità, creatività, fantasia e dinamismo.

Fondamentale ovviamente una grande disponibilità a spostarsi e viaggiare per lunghi periodi, e non ultima la conoscenza delle lingue straniere.

L’avvio alla professione come animatore è il primo gradino della carriera.

Dal profilo di animatore si può passare, dopo diverse stagioni di lavoro, al ruolo di capo animazione (responsabile dell’animazione e del relativo staff) e, nel giro di qualche anno, si può raggiungere la qualifica più alta di capo villaggio o direttore di villaggio.

Per diventare animatore occorre inviare un curriculum direttamente ai tour operator che reclutano tali figure oppure alle agenzie di animazione che per conto di tour operator, albergatori ed altri operatori turistici, gestiscono le attività di animazione.

Segue il sostenere prove e colloqui per la valutazione delle proprie capacità, competenze e motivazioni personali.

Le persone selezionate in genere partecipano ad un breve corso di formazione al termine del quale, se ritenuti idonei, si viene destinati ai vari villaggi.

Se pensi che potrebbe essere un’esperienza che fa per te, o semplicemente vuoi saperne di più, puoi partecipare a Professionisti delle vacanze, il format dell’Informagiovani dedicato a chi sta offrendo oppure cercando lavoro nel settore delle vacanze e del turismo per la stagione estiva.

Un pensiero riguardo “Animatore turistico: professionista delle vacanze

  • ottobre 3, 2018 in 5:09 pm
    Permalink

    salve, ho letto l’articolo sull’animazione turistica e volevo approfittarne per esortare i giovani a fare questo tipo di esperienza lavorativa, in una Italia di oggi, dove la crisi penalizza soprattutto i giovani bisogna considerare un altro aspetto positivo nell’indossare la divisa da animatore, ovvero quello di entrare in contatto con tantisime persone, appartenenti ai più disparati ceti sociali. Tutti noi sappiamo bene che il primo passo verso la ricerca di un lavoro, è quello di instaurare una serie di conoscenze, stringere amicizie, per farsi conoscere e soprattutto aprezzare, ed è notorio che il ruolo di animatore turistico, favorisce i rapporti interpersonali, facilita le amicizie e magari, anche l’incontro con la persona giusta al momento giusto. Devo dire che molti animatori turisticio, hanno trovato lavoro grazie alle conoscenze nate nei villaggi, senza contare il fatto che ormai da anni le aziende valutano positivamente nei curriculum l’aver avuto esperienze da animatore…io collaboro da anni con http://www.animandia.it un portale del settore e posso dire che sono in tanti che hanno trovato la loro strada, il loro lavoro, grazie proprio al fatto di aver lavorato come animatori..insomma per me fare l’animatore turistico, va vista come una reale opportunità per conoscere e farsi conoscere…un saluto a tutti Federico

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × cinque =