WELFARE SPORT: contributi per lo sport dei figli

Welfare sport è il progetto col quale il Comune di Ancona intende valorizzare l’attività sportiva dei ragazzi residenti sul territorio comunale, aiutando le famiglie in difficoltà economiche a sostenere i costi dell’attività sportiva dei propri figli.

Lo sport è importante perché non è solo un semplice passatempo, un’attività ristoratrice, ma anche un mezzo di crescita. Lo sport sano, non quello malato di competizione e di protagonismo, è considerato, infatti, dalla maggioranza dei pedagoghi l’attività educativa per eccellenza, che permette di raggiungere la maturità con leggerezza e piacere.

Lo sport richiede freschezza mentale, energia, fantasia e allo stesso tempo metodo e raziocinio, insegna al sacrificio e all’impegno, ma soprattutto fa sentire vivi, donando la passione.

E proprio la passione è quello stimolo che permette di andare avanti nonostante i sacrifici e le difficoltà e questo non solo nello sport ma anche nello studio, nel lavoro, nella vita in generale.

Lo sport è una passione di molti, soprattutto giovani, che nel praticare un’attività sportiva trovano uno spazio formativo, di socializzazione e preparazione atletica fondamentale per la crescita.

I benefici dello sport per i ragazzi non si limitano solo ai vantaggi di salute fisica, ma influiscono anche sul piano psicologico e sociale. Misurarsi con i propri limiti ed essere chiamati a portare avanti determinati obiettivi favorisce la capacità di adattamento e aiuta a combattere l’ansia. I successi raggiunti aumentano l’autostima e la consapevolezza di sè, mentre gli insuccessi stimolano a un impegno più profondo nella disciplina.

Inoltre, l’attività fisica, soprattutto se svolta in gruppo, migliora le capacità sociali e di interazione con l’altro.

Lo sport permette ai giovani di imparare un codice di valori importanti, iniziando dal fatto che qualsiasi sport richiede puntualità e dedizione: le lezioni hanno degli orari quindi i bambini/ragazzi impareranno che bisogna rispettare gli impegni presi, essere puntuali e organizzarsi con i compiti e le uscite con gli amici per potere anche andare in palestra o agli allenamenti.

Ogni sport ha poi regole che vanno rispettate, e, oltre all’aspetto della disciplina, dovrebbe anche insegnare i valori della lealtà, della sportività, della competizione corretta, dell’impegno per vedere ricompensati i propri sforzi. Le gare o le partite forgiano il carattere di molti giovani, danno più sicurezza ai ragazzi insicuri e con poca autostima, mentre possono insegnare a rimanere con i piedi per terra invece quelli troppo sicuri di sé.

Perché lo sport sia proficuo per il benessere dei ragazzi è necessario che gli stessi facciano uno sport seguendo i propri interessi e inclinazioni personali, senza eccessive pressioni a essere i numeri uno. Spronare i ragazzi a fare del loro meglio va sempre bene, ma sempre rimanendo nei limiti della sportività, della correttezza e del rispetto dell’individuo.

A fronte di tutti questi aspetti positivi dello sport per la crescita personale dei ragazzi, però, molte famiglie spesso si scontrano con i costi, a volte elevati, degli sport.

Per consentire allora alle famiglie in difficoltà di poter iscrivere i propri figli minori a qualche attività sportiva, il Comune di Ancona concede dei contributi grazie ai quali le famiglie possono avere degli sconti sull’iscrizione alle società sportive per l’anno sportivo 2019/2020.

La domanda va presentata entro il 16 dicembre 2019 secondo le modalità stabilite da bando, consultabili a questo link.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 − tre =